menu di scelta rapida

Enterprise Europe Network

ITALIA | Calabria

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

News

Misure di aiuto per gestori privati di impianti sportivi pubblici. Manifestazione di interesse rivolta ai piccoli Comuni per la concessione di ristori a microimprese e PMI che gestiscono impianti sportivi

Un aiuto in favore di microimprese e PMI che gestiscono impianti sportivi pubblici che hanno subito un calo di fatturato per effetto delle misure di contenimento connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. La Regione Calabria ha pubblicato, con decreto n. 1484 del 16 febbraio 2021 del Dipartimento Lavoro, Sviluppo Economico, Attività Produttive e Turismo, la manifestazione di interesse finalizzata alla individuazione di piccoli Comuni tramite i quali destinare risorse a microimprese e PMI gestori privati di impianti sportivi.  

Possono presentare la candidatura per l’attribuzione delle risorse, dunque, i Comuni della Calabria con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti all’interno dei quali sono ubicati impianti sportivi pubblici gestiti da soggetti privati.

I Comuni così individuati destineranno le risorse assegnate per misure di aiuto alle microimprese e PMI che abbiano un fabbisogno di liquidità, determinatosi a seguito della sospensione delle attività per l’emergenza Covid, rilevabile da un calo del 33% del fatturato medio mensile per l’anno 2020 rispetto all’esercizio 2019.

«Siamo intervenuti di recente, con apposita delibera di Giunta – afferma l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Fausto Orsomarso –, per ristorare settori produttivi tra cui aeroporti, discoteche e cinema, ma abbiamo anche pensato ai 322 Comuni della Calabria al di sotto dei 5mila abitanti, dando circa 12mila euro ciascuno per sostenere alcune attività. In questo bando, offriamo misure di aiuto a microimprese e pmi che gestiscono impianti sportivi pubblici, nel tentativo di dare un segnale di ripartenza. Un modo indiretto per sostenere i Comuni che non vedevano finanziamenti in questo ambito da tanti anni. Ci auguriamo che questo contributo a fondo perduto sia facilmente accessibile e consenta davvero di far ripartire il movimento sportivo dei nostri giovani».

A tal fine i Comuni dovranno predisporre un apposito avviso pubblico per selezionare i beneficiari del contributo secondo criteri coerenti con quanto previsto dalla stessa manifestazione di interesse e secondo le modalità fissate dagli stessi.

La dotazione finanziaria disponibile per l’attuazione della manifestazione d’interesse ammonta complessivamente a 4 milioni di euro (a valere sulle risorse di cui alla DGR n. 447/2020 e al DD n. 14404/2020) e prevede un ammontare massimo concedibile per ciascun Comune pari a 12 mila euro.

Le risorse sono attribuite sulla base di una procedura a sportello. L’esame delle domande è effettuato in base all’ordine cronologico di ricevimento. I comuni potranno presentare la propria candidatura, secondo le modalità indicate, a mezzo PEC all’indirizzo aiuticovidart22.fincalabra@pec.it entro 30 giorni dalla pubblicazione della manifestazione di interesse sul BURC.

Dal link sottostante è possibile consultare i dettagli dell’avviso e la modulistica a corredo.

Bandi Correlati

Misure a sostegno dei gestori privati di impianti sportivi pubblici nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti

Fonte: http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/view/news/1389/index.html

News

ISCRIVITI O ACCEDI

Ricevi gli aggiornamenti periodici dal desk Enterprise Europe Network di Unioncamere Calabria.

Iscriviti

Se hai già un account accedi:

Se eri già iscritto alla newsletter ma non hai nome utente e password recupera il tuo account.